| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet

 INDIETRO 
IL NUMERO DEL PIOMBO: MAI ARGOMENTO FU COSI' CONTROVERSO!!!
Stampa questa pagina
Nel mirino del grillo
(uno dei principali "tormentoni" sui Campi di Tiro: che piombo sparare?)


07/10/2005 - ore 21:39

Oggi vorrei riflettere insieme a voi sulla questione della scelta del numero del piombo nelle cartucce a pallini per la Caccia, ma anche per il Tiro.
E' vero che questo su cui scrivo è un sito che si rivolge essenzialmente ai Tiratori, ma non dobbiamo mai dimenticare che buona parte di noi proviene dal "bacino di utenza" che una volta era appunto la Caccia, anche se adesso molti Tiratori hanno smesso di praticarla, come è capitato a chi scrive.
Tornando, dunque, al "numero del piombo", ho spesso notato con stupore che taluni sparano piombo dell'8 (piombo medio) alle allodole "perchè così anche se sono alle stelle vengono giù lostesso!" ed altri tirano il n. 12 (piombo finissimo) alle quaglie "tanto sotto la ferma del cane non si sparano a più di 20 metri."
Sarebbe forse il caso di osservare che, a parità di peso di una carica media, la differenza quantitativa di pallini fra il n. 8 ed il n. 12 è di alcune centinaia e che, a volte, il selvatico si raccoglie per un pallino in un'ala!
I "patiti del "piombo grosso", quelli che affermano solennemente che esso "non tradisce mai" sono per lo più "ex-lepraioli" (dico "ex" perchè dove sono più adesso le lepri?) che tirerebbero a pallettoni a tutto, mentre gli appassionati di cartucce "leggere" (max 32 grammi di piombo) affermano che il n. 10 (piombo fino) è un "tuttacaccia" e lo usano pure a fagiani in riserva....
Chi avrà ragione? Non lo sapremo mai.
Mentre al Tiro, meno male, i regolamenti limitano i numeri di piombo utilizzabili, almeno per talune discipline.
Nondimeno, parlando di Elica, fra chi usa il n. 7 e chi il n. 8 si accendono spesso snervanti dispute, con tanto di rispettive spiegazioni a sostegno.
In questi casi, alla fine spunta sempre il "Maestro BALLISTICO" (figura onnipresente e, ahimè, sempre più diffusa su tutti i Campi di Tiro del Regno) che "salomonicamente" intenderebbe chiudere la controversia con lapidarie affermazioni del tipo:
"Ma che dite? Io sò cose che voi non sapete... all'elica si usa rigorosamente il 7e1/2" oppure "Bisogna mettere il n. 7 di prima canna e l'8 in seconda canna (o viceversa), perchè..... " e giù relativa teoria a seguire, secondo la quale -in buona sostanza- i poveri mentecatti presenti sul Campo altro non sarebbero che dei "PISQUANI" che meglio farebbero a comprare una canna da pesca e la domenica andare al fiume.
Alla fine della giostra sono sempre più convinto che il nostro mondo del Tiro sia grande e bello, in quanto ognuno ci può stare dentro come gli pare, nell'intima convinzione di avere ragione e di essere comunque migliore degli altri.
Viva la libertà!

grillosaggio@iltiro.com
Il "grillosaggio" spara RC