| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Perazzi

 INDIETRO 
EUROPEAN CHAMPIONSHIP
SUHL (GER)
28 luglio - 8 agosto 2013



6/8/2013

In attesa di chiudere anche le gare di Skeet, con le due competizioni di Double Trap sale a 12 medaglie, su 18 in palio, il bottino Perazzi per questi Europei che si stanno svolgendo in Germania, a Suhl.

Un tris d'assi è arrivato dai tiratori sotto i 21 anni che hanno completato il podio con il maltese Nathan Lee Xuereb vincitore del titolo con un MX2005 davanti ai due russi Kirill Fokeev, "figlio d'arte", che tira con MX2005 e Roman Zagumennov con MX8. Entrato in semifinale dopo un 141/150 il campioncino maltese ha collezionato 29/30 centri al pari del collega Fokeev e con lui si è poi scontrato nel Gold match dove, ancora una volta, si è trovato alla pari con il compagno di scuderia con 27/30 ed ha avuto la meglio a seguito di uno shoot-off per 8 a 7. Roman Zagumennov ha avuto accesso alla semifinale grazie al 135 ottenuto nelle fasi eliminatorie. Nel primo round di 15 doppietti ha commesso 4 zeri che gli hanno aperto i cancelli del Bronze match vinto alla grande con un perfetto 30/30 a fronte dei quattro errori commessi dal diretto avversario, lo slovacco Filip Praj con MX2000/3 già argento nella gara juniores di Trap.

Fantastica vittoria di Vasily Mosin. Il quarto titolo Europeo è volato fra le esperte mani del medico russo, medaglia di Bronzo Olimpica a Londra 2012: dopo aver centrato 142 piattelli in qualificazione, in semifinale il nostro campione, che tira con MX2008, ha commesso un solo errore così come l'azzurro Marco Innocenti che ha poi sfidato e battuto nel Gold match commettendo ancora una volta un solo errore. La medaglia di Bronzo è stata preda di caccia degli altri due azzurri: Emanuele Bernasconi, con MX8/SC3 e Davide Gasparini con MX12/3. Entrati in semifinale dopo un 141 il primo e un 140 il secondo, i due colleghi sono entrati nel Bronze match dopo aver realizzato entrambi 28/30 in semifinale. Entrambi hanno poi commesso due soli zeri in finale e se la sono dovuta vedere in shoot-off dove Emanuele Bernasconi, che ha ben figurato in altre discipline del tiro a volo passando dal Trap fino ad arrivare a specialità non olimpiche, come la Fossa Universale e l'Elica, ha avuto la meglio frantumando 2 piattelli sufficienti per portarsi a casa la medaglia.

"Devono ancora finire le gare di Skeet e siamo a 12 medaglie.. Ma che meraviglia.." questo il commento di Mauro Perazzi quando sta per concludersi l'Europeo 2013 " dal Double Trap mi aspettavo molto in effetti e cinque medaglie possono bastare da questa disciplina. Gli Junior, così come nel Trap hanno colorato il podio di rosso Perazzi cosa che mi da molto ottimismo per il futuro del nostro sport. Bravi tutti e tre i ragazzi e ringrazio anche Vitaly Fokeev che ha trasmesso al figlio Kirill la passione per il suo sport nonché per il suo fucile... Bravissimo anche Filip Praj che è arrivato quarto per un soffio ma aveva già vinto l'argento nella Fossa. Ammiro questi ragazzi. Ho chiamato Vasily Mosin subito dopo la sua vittoria, mi ha detto di averla voluta a tutti i costi, di aver stretto i denti fino all'ultimo.. Devo proprio ringraziarlo, è un ragazzo di cuore.. lui sì che sa come farmi felice.. Di Emanuele Bernasconi sono orgoglioso, in primis perché nella sua lunga carriera ha sempre saputo distinguersi in ogni disciplina in cui si è cimentato e poi perché è un ragazzo umile ma forte, molto forte. Lo vedrete ancora. Ovvio che Davide Gasparini avrebbe meritato una medaglia pure lui ma i posti sul podio sono solo tre.. Grazie ragazzi!”

Ufficio Stampa Perazzi
press@perazzi.it