| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet

 INDIETRO 
1^ PROVA I.S.S.F. WORLD CUP
IN THE OLYMPIC SHOTGUN EVENTS
TUCSON (USA)
8 aprile - 15 aprile 2014
SKEET - UOMINI


Luigi Lodde, vincitore della gara (foto d'archivio).

Dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo. In una Coppa del Mondo ancora avara di medaglie con l’Italia, a risollevare le sorti della spedizione ci ha pensato Luigi Agostino Lodde.
Trentaquattro anni, originario di Ozieri (SS), l’alfiere del Gruppo Sportivo dell’Esercito è salito sul gradino più alto del podio della gara di Skeet Maschile con assoluta determinazione e grande tenacia. La sua strada verso l’oro, infatti, non è stata di certo semplice.
Archiviata la qualificazione con 124/125, eguagliando il record del mondo, in semifinale Lodde ha di nuovo sfiorato la perfezione facendo registrare un quasi impeccabile 15/16. Meglio di lui solo lo svedese Stefan Nilssen con 16/16.
Per guadagnare il secondo pass per il medal match, l’azzurro ha dovuto affrontare altri tre tiratori approdati al suo stesso punteggio ed è riuscito ad averne ragione solo dopo un lunghissimo shoot-off, che lo ha portato ad abbattere altri 14 piattelli. Anche lo scontro diretto per l’oro si è chiuso con un pari merito (15 a 15) e Luigi e Nilsson hanno proseguito la strada per le medaglie con uno shoot-off. In questo caso al nostro sono bastati meno piattelli per regolare l’avversario, battuto con +10 a +9, e costringerlo all’argento.

“Le difficoltà mi rendono più forte – ha dichiarato Lodde al termine della gara – E’ stata una competizione davvero dura ed ho dovuto combattere a denti stretti in tutte le fasi della gara, dalle qualificazioni agli spareggi, ma questo mi ha fatto trovare la giusta grinta per dare il massimo. Sono davvero soddisfatto della mia gara. Il livello dei miei avversari è davvero alto e siamo solo alla Prima Prova di Coppa. Visti i punteggi, la strada che porta a Rio 2016 si prospetta davvero dura”.

Sul terzo gradino del podio l’americano Dustin David Perry che nel medal match per il bronzo ha battuto l’australiano Paul Adams con 15 a 13.
Per quanto riguarda gli altri italiani in gara, Giancarlo Tazza (Fiamme Oro) di Caserta con i due 22 fatti registrare nella quarta e nella quinta serie vanifica i 75/75 ottenuti nelle prime tre e si ferma in 19ª posizione con il totale di 119. Con un piattello in meno (118) Tammaro Cassandro (Forestale) di Caserta chiude il terzetto in 26ª piazza.

Con la gara di Skeet si spengono i riflettori sulla Prima Prova di Coppa ed il circo del Tiro a Volo internazionale si muove in direzione di Almaty (KAZ), dove dal 16 al 25 maggio avrà luogo la Seconda Prova 2014.

Testo tratto dal sito www.fitav.it (Federazione Italiana Tiro a Volo)



RISULTATI
 

Luigi Lodde Beretta DT11 ITA 124/125 – 15/16 (+14) – 15/16 (+10)
Stefan Nilsson Beretta DT11 SWE 123 – 16 – 15 (+9)
Dustin David Perry Perazzi MX2000/8 USA 124 – 15 (+3) – 15
Paul Adams Perazzi MX2000/8 AUS 123 – 15 (+13) – 13
Tore Brovold Perazzi MX2000/8 NOR 122 (+10) – 15 (+1)
Jasper Hansen Beretta DT11 DEN 123 – 13