| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet

 INDIETRO 
CAMPIONATO DEL MONDO DI COMPAK SPORTING
TAV VALLE ANIENE - LUNGHEZZA (RM)
27 - 29 giugno 2008


L'azzurro Veniero Spada

Grande successo di partecipazione sulle pedane capitoline del Tav Valle Aniene (Lunghezza/Roma) che hanno ospitato i Campionati del Mondo di Compak Sporting: oltre 400 infatti i tiratori, in rappresentanza di ben 15 Paesi, che si sono dati battaglia sulla distanza di 200 piattelli per la conquista dell'ambito titolo iridato.
Nella categoria Senior, la vittoria è andata al francese Jean Paul Mordefroid che con 199/200 si è imposto sul portoghese Paulo Cleto (197) e sullo spagnolo Bartual Santiago Pastor. Buona la performance degli italiani che per un soffio sono rimasti fuori dal podio: quarto classificato il ternano Veniero Spada con 190, quinto il ravennate Stefano Pasi con 188; attardati l'avellinese Giuseppe Calò, diciassettesimo con 182, e l'agrigentino Claudio Carlino, sessantatreesimo con 174.
Il terzetto Pasi-Calò-Carlino si è però rifatto nella competizione a squadre dove ha conquistato l'argento con 544/600, dietro alla Spagna (554) e davanti alla Russia (544). La gara femminile è stata vinta dalla spagnola Cuenca Beatriz Caparra con 173/200, seguita dalle francesi Celine Rodde (167) e Francoise Rosier (166) che si sono messe al collo anche l'oro a squadre con 487/600, davanti alle portoghesi (458).
Lontane dal podio nel confronto individuale, le nostre tiratrici Katia Vaghi di Milano, Erica Pucci di Livorno e la romana Pamela Bellini hanno però messo in bacheca un prezioso bronzo a squadre con 450/600.
Ottime le prestazioni degli azzurrini con i pesaresi Marco Battisti e Davide Gasparini che con il punteggio di 189/200 e 186/200 conquistano rispettivamente l'oro e l'argento nella gara individuale ed insieme al contributo del ternano Michael Spada salgono anche sul gradino più alto del podio nella competizione a squadre con lo score totale di 557/600.
Bene anche i Veterani con Claudio Bortot che si aggiudica il titolo individuale con 184/200, davanti ai connazionali Giovanni ed Enrico Zamboni di Brescia, rispettivamente secondo e terzo classificato con 183 e 178.
Nella gara a squadre, argento per il terzetto azzurro Bruscolini-Morelli-Elastico con 477/600, dietro ai francesi (515). Tra i Super Veterani, la vittoria è andata al francese Joseph Demay con 167/200, seguito dagli italiani Franco Lucchini di Rimini con 166 e Marino Pagnottini di Perugia con 165. Oro a squadre per Pagnottini-Rovetta-Ortenzi con 474/600, davanti ai francesi (465).
Nella competizione riservata ai tiratori disabili, che si sono affrontati sulla distanza di 100 piattelli, nella categoria "Standing" il perugino Fausto Sirchio si è imposto con 83/100 sul veneziano Pietro Boem (81) e sul riminese Elio Spadoni (79); mentre nella categoria "Seated" ha vinto il veronese Bruno Busti con 62/100.

Testo tratto dal sito www.fitav.it (Federazione Italiana Tiro a Volo)