| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet


SIETE SU UNA VERSIONE NON PIU' AGGIORNATA DEL SITO

Per andare al nuovo sito visitate la pagina
WWW.ILTIRO.COM

CLICCARE QUI


 INDIETRO 
EMOZIONI A BUON MERCATO
Stampa questa pagina
Nel mirino del grillo
(ricordi e considerazioni)


05/06/2006 - ore 19:57

Emozioni a buon mercato sui Campi di Tiro: Lonato (BS) – Estate 1982, verosimilmente fine agosto. Gara della domenica pomeriggio presso il Campo in località “La Basia”, che aveva aperto quell’anno, pochi mesi prima; siamo in pedana con un fucile Beretta “SO4” (all’epoca praticamente nuovo) e cartucce “Maionchi – AZ 20” con gr. 32 di piombo n.8.
A metà serie circa, con qualche zero già assicurato sul tabellone, alla chiamata esce un piattello sinistro angolatissimo ed elevato al massimo, che va su di lato “a campanile”...
Stoccata di prima canna e “palla nera” fumata, tipo ultima pedana dello Skeet!
Sorpresa e commenti vari degli astanti… Per una “3a Categoria” che aveva iniziato a sparare nel febbraio di quello stesso anno era il massimo!
Dopo tanti anni ancora adesso, talvolta la sera prima di addormentarmi, ripenso a quel piattello e mi rivedo con le aspettative e l’entusiasmo dell’epoca: anche ora infatti, come tiratore, ho un grande avvenire… dietro le spalle.


CARTUCCE.

Domanda semi-seria: che differenza c’è fra una cartuccia cal. 12 “tipo 1” (cioè con il fondello in ottone alto appena 8 mm.) e un’altra, poniamo, “tipo 4” o addirittura “tipo 5”, con il fondello che è praticamente metà dell’intera cartuccia?
Per la caccia la risposta poteva essere che le “tipo1” avevano cariche leggere (30 – 32 grammi al massimo) e piombo fino, mentre le “corazzate” (gr. 35 – 36) con piombo “grosso”, essendo molto più “potenti”, avevano appunto il fondello alto…. Ma, per il tiro al Piattello? Che differenza c’è?
Se la grammatura è fissata dal regolamento (24 – 28 gr. a seconda della Categoria dei Tiratori), che senso ha un fondello alto 25 mm. in una cartuccetta da gr.28 di piombo n. 7 e ½…?
Comunque provate a fare questa domanda sui Campi di Tiro: “A che serve il fondello “tipo 4” in una cartuccia da tiro al piattello?” e vi divertirete!
Le spiegazioni balistiche che ne riceverete saranno assortite e spesso fantasiose, comunque meritevoli di essere annotate in un quadernetto.
Ma servirà soprattutto a capire come tanti passino la vita sui Campi di Tiro e poi sparino le cartucce che gli stanno più simpatiche…. Così, “ad occhio”!


ANCORA CARTUCCE…

Argomentando sempre di cartucce in cal. 12 da tiro al piattello, quindi con gr. 24 aut 28 di piombo n. 7 e 1/2 (a proposito, avete mai provato a sparare l’8…?), ho potuto notare in tanti anni di “semina di piombo”, come l’uso di un certo tipo di munizione piuttosto che un altro sia dettato soprattutto dalla moda. Pensiamo, ad esempio, al piombo nero piuttosto che al nichelato, ai bossoli “tipo 4” anziché a quelli “tipo 1”, alle polveri “granulari in doppia base” rispetto a quelle di nitrocellulosa pura gelatinizzata di aspetto “lamellare” e così via.
Il costo della cartuccia incide fino ad un certo punto sulle scelte operate dai Tiratori.
Infatti, essendo il tiro una remissione completa per definizione, rimettere qualche decina di euro in più o in meno in capo ad un anno cambia ben poco! E’ la moda che detta legge e regna sovrana… La gente spara quello che crede sia meglio per lei ed è pronta a fornire lunghe spiegazioni a sostegno.
Magari chi fa così ha pure ragione: ricordiamoci sempre che, in fondo, la "cartuccia migliore" è quella che “per noi è la migliore”.
In Bocca al Lupo sempre!

“grillosaggio”
Il "grillosaggio" spara RC