| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet


SIETE SU UNA VERSIONE NON PIU' AGGIORNATA DEL SITO

Per andare al nuovo sito visitate la pagina
WWW.ILTIRO.COM

CLICCARE QUI


 INDIETRO 
COMPRAVENDITA DI FUCILI
Stampa questa pagina
Nel mirino del grillo
(la moda del “fai da te”…)


26/01/2008 - ore 22:34

Capita sempre più di frequente, soprattutto dopo l’avvento e la diffusione generalizzata di Internet, di vedere pubblicati annunci di vendita, ricerca e/o permuta di armi per il Tiro a Volo e l’utilizzo venatorio. Anche in passato, chi aveva da cedere un’arma per qualsivoglia motivo, anziché portarla in armeria, preferiva cercare di “piazzarla” in proprio, ricorrendo magari ad inserzioni -per posta- su riviste specializzate del settore (che però avevano il difetto di essere mensili) oppure su settimanali di annunci, tipo il “Porta Portese” di Roma, il “Cerca Trova” ed altri analoghi, presenti un po’ in tutte le province del Regno.
Adesso, però, grazie al WEB e alla confidenza che con esso hanno preso in molti, è possibile ricercare annunci on-line senza fatica e non solo su questo sito. Consiglio a tutti di frequentare tali spazi aperti della Rete, anche a chi non abbia nulla da vendere o da acquistare, in quanto sono assai istruttivi e aiutano a meglio comprendere le aspettative e le diverse mentalità degli appassionati di armi in genere. Inoltre –come se non bastasse quanto sin qui detto- è piacevole constatare come chi esita in vendita qualcosa non abbia talvolta le idee chiare su quello che ha in mano.
Esempi ce ne sono tanti e spesso divertenti, come chi offre a svariate migliaia di euro “doppietta HOLAND HOLAND”, ritenendo forse che sia un prodotto olandese e ignora che si tratterebbe, comunque, di “Holland & Holland” (con due elle). Oppure chi vende un sovrapposto da Tiro al Piattello con caratteristiche idonee alla Specialità e sente il bisogno di giustificarsi precisando: “Cedo per passaggio ad automatico…”, sperando che non voglia poi andarci in Pedana!
Poi c’è chi confessa la propria incompetenza e scrive: “Trattasi di fucile ereditato, costruito intorno al 1963 e mai usato negli ultimi vent’anni. Ben tenuto e bello, dovrebbe essere un’arma di pregio e pertanto chiedo…” uno sproposito.
E che dire degli inserzionisti superbi? Quelli che, dopo la descrizione dell’arma, precisano: “NO PERDITEMPO O INCOMPETENTI…” oppure “NON RISPONDO A MAIL, SOLO CONTATTI TELEFONICI AL TALE ORARIO” od anche “NIENTE FOTO” e “NON SPEDISCO” o, meglio ancora “CEDO SOLO A CHI E’ DISPOSTO AL RITIRO PRESSO LA MIA ABITAZIONE IN AUSTRALIA…” ed altre amenità analoghe.
Alcuni propongono (senza foto) fucili fini e di pregio, in assenza delle più elementari descrizioni dell’oggetto, come se stessero vendendo un semi-automatico Franchi 48/AL cal. 12 a 250 euro, specificando anche "NIENTE CURIOSI E/O SUPER-AFFARISTI..."
Infatti, talvolta si legge: “VENDO BERETTA SO3 EELL MOLTO BELLO E BEN TENUTO CON LEGNI STUPENDI – EURO 12.500 NON TRATTABILI. ASTENERSI PERDITEMPO…”.
Capperi! Forse a casa del tizio 25 milioni di vecchie lire li caga il suo cane e quindi, se qualcuno chiamasse per chiedere ragguagli sulla lunghezza, il peso e la strozzatura delle canne oppure sul tipo di calcio (se a pistola o all’inglese) e sulle relative pieghe passerebbe pure per un “perditempo”! Se poi -poniamo il caso- si azzardasse anche a tentare di proporre uno sconticino di 500 euro (sempre sui 25 milioni di lire di prima) sarebbe maltrattato e tacciato di essere un "SUPER-AFFARISTA"? Boh...!
Altri dichiarano candidamente: “CEDO SOVRAPPOSTO BERETTA CAL 12 -COME NUOVO- CARTELLE LUNGHE, INCISIONI STUPENDE CON RIPORTI IN ORO – EURO 850 TRATTABILI…”. Viene da chiedersi che modello possa essere a quel prezzo tanto accessibile e, per di più, anche trattabile. Che ci sia sfuggito qualcosa della recente produzione del “Gigante”?
Di contro, si trovano inserzioni particolareggiatissime per fucili meno noti, del tipo:
“VENDO SOVRAPPOSTO “SMERDIACOFF” DI FABBRICAZIONE BULGARA, ACQUISTATO NEL MAGGIO 2007 PRESSO LA TALE ARMERIA E PROVATO SOLO PER DUE SERIE AL PIATTELLO IN PEDANA PRESSO IL CAMPO VICINO A CASA MIA. CEDO CON DUE CALCI DI CUI UNO REGOLABILE, CINQUE STROZZATORI INTERNI E DUE ESTERNI, VALIGETTA ORIGINALE DI PLASTICA, CHIAVI PER LO SMONTAGGIO DEGLI ACCESSORI E DOPPIO CALCIOLO IN GOMMA. OLTRE A QUELLE PUBBLICATE, AGLI INTERESSATI INVIO ULTERIORI FOTO VIA MAIL E FORNISCO OGNI ALTRA SPIEGAZIONE – QUALSIASI PROVA IN TUTTA ITALIA – CHIEDO EURO 450.00 TRATTABILI”…
Allora uno pensa: ma per 450 euro tutta ‘sta fatica? Ma non conviene pigliare lo “SMERDIACOFF” e affogarlo nel pozzo in campagna?
Inoltre, c’è l’Inserzionista-Imbonitore, quello cioè che vi vuole convincere che -se gli darete retta- farete comunque un affare. Solitamente, dopo una sommaria descrizione del catenaccione che avrà certamente combattuto fin troppe battaglie nei boschi di cui recherà i segni, attacca:
“ARMA STUPENDA E RARA, PARI AL NUOVO” oppure “INTROVABILE E MOLTO RICERCATA DAI COLLEZIONISTI” od anche “SPARATO POCHISSIMO - ARMA PER VERI INTENDITORI DAL PALATO FINE”, manco fosse un chilo di tartufi! Certo, dal momento che l’attrezzo –solitamente un commerciale sovrapposto degli anno ’60- può essere apprezzato solo dai “VERI INTENDITORI”, noi poveri pisquani ci asterremo dal telefonare per saperne di più!
Infine, come categoria speculare ai venditori, vi sono i “Cercatori”: solitamente Super-Affaristi (questi sì) con qualche soldo disponibile, che vanno a caccia di sprovveduti sul WEB. Costoro meritano un discorso a parte, sia perché –pur cercando qualcosa loro- chiedono a chi eventualmente ce l’abbia di chiamare sempre a qualche cellulare (mai ad una più economica utenza fissa...) e poi ti tengono al telefono un quarto d’ora a spese tue per chiederti i dettagli più impensabili dell’oggetto.
Solitamente, dopo i convenevoli di rito tra sconosciuti, il “Cercatore” esordisce affermando: “GUARDI CHE MI HANNO CHIAMATO GIA’ IN TANTI, MA NESSUNO AVEVA QUELLO CHE CERCO IO…”, poi prosegue: “MA IL SUO FUCILE DI CHE ANNO E’? QUANTI PERNI HA SULLE BATTERIE? CHE C’E’ SCRITTO SUL PONTICELLO DEL GRILLETTO? L’INCISIONE DA CHI E ‘ FIRMATA? LEI DA QUANTO TEMPO CE L’HA? LE CANNE SONO A POSTO? QUANTO SONO LUNGHE? CHE FORATURA HANNO? CHE STROZZATURE? VI SONO TRACCE DI RUGGINE? SONO STATE MAI RIBRUNITE O RIALESATE” e così via, facendovi maledire il momento in cui vi è venuto in mente di chiamarlo per subire un interrogatorio che manco gli Ispettori della Dogana alla Malpensa, quando si rientra da Bogotà con una valigia di zucchero a velo in confezioni trasparenti da un chilo ciascuna e loro pensano chissà che sia!
Quando non avrete più segreti né pudori con il “Cercatore” (come dopo la visita dell’urologo), questi vi darà il colpo di grazia, domandando con tono incolore: “…E QUANTO CHIEDE?”.
Vedendo il garbato signore così interessato, anche se il vostro fucile vale sui cinquemila euro, siete ormai disposti a darlo via a 4.000,00 pur di accontentarlo e togliervi un peso dalla rastrelliera.
Ma lui ribatte, pronto: “NON CI PENSI PROPRIO! FUCILI COSI’ SE NE TROVANO PERFETTI A 2.500,00 EURO… IO LA SETTIMANA SCORSA NON NE HO PRESO UNO COME IL SUO PER TREMILA E AVEVA PURE UN CALCIO DI RICAMBIO, SI FIGURI…”.
Al che si resta interdetti e indecisi se mandare direttamente il soggetto a dar via i piedi oppure se ribattere ancora qualcosa! Di solito la buona educazione trionfa e ci si accommiata con una delle solite frasi di circostanza, limitandosi a pensare ciò che il tizio avrebbe meritato di sentirsi dire per telefono (pur sempre a spese vostre).
Per concludere, è forse opportuno sapere che vi sono taluni inserzionisti che non hanno intenzione di vendere i propri fucili, ma li propongono ugualmente negli annunci per vedere se c’è richiesta del tale modello oppure per sapere esattamente –in base alle altrui offerte- quanto il pezzo vale effettivamente od anche per passare il tempo e cercare di arpionare qualche “gonzo” che magari è disposto a strapagare l’oggetto dei suoi desideri e, allora, se ne può parlare davvero di venderglielo.
E’ bene fare comunque attenzione, perché sul WEB, sulle riviste specializzate, sui settimanali di annunci –come nella vita- non ci regala mai niente nessuno.

grillosaggio@iltiro.com
Il "grillosaggio" spara RC