| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Perazzi


SIETE SU UNA VERSIONE NON PIU' AGGIORNATA DEL SITO

Per andare al nuovo sito visitate la pagina
WWW.ILTIRO.COM

CLICCARE QUI


 INDIETRO 
4^ PROVA I.S.S.F. WORLD CUP
IN THE OLYMPIC SHOTGUN EVENTS
GRANADA (ESP)
3 luglio - 12 luglio 2013



8/7/2013

Così come nel Trap maschile, anche in questa competizione cinque tiratori Perazzi sono entrati di prepotenza nei medal match e dato che l'appetito vien mangiando, dopo le tre medaglie nella Fossa Olimpica, fra donne e uomini, eccone altre tre nel Double Trap.

Con MX12/3 Davide Gasparini ha vinto la gara, seconda medaglia che si mette al collo quest'anno, in coppa del mondo, dopo il bronzo ad Al Ain. Il tiratore pesarese, era entrato in semifinale grazie al 142/150 ottenuto in qualificazione e in semifinale, con un un 27/30, è approdato al gold match dove ha fatto scintille vincento l'oro con due soli errori. Medaglia d'argento al cinese Hao Wang, con MX2005, 141 in quaificazione, 26/30 in semifinale e un leggero impasse in finale con 20/30. Il bronzo è volato al collo di Vitaly Fokeev, con MX2005. Entrato nei medal match con il punteggio più alto di qualificazione, 144/150, il campione russo ha avuto accesso al bronze match dopo una semifinale chiusa con 23 centri ed ha terminato la gara con due soli zeri e due piattelli di scarto rispetto al suo diretto avversario, lo statunitense Jeffrey Holguin con MX2005. L'ultimo tiratore Perazzi entrato in finale, il russo Alexander Vavilov con MX2005, si è classificato al quinto posto.

"Non posso certo dire che sia andato a dormire rammaricato..." ha detto Mauro Perazzi a fine gara " Dopo aver visto 5 tiratori nei medal match di Trap maschile, anche oggi 5 Perazzi nelle finali è stato un bel vedere. Un quintetto d'archi ben affiatati. Il team Perazzi si è difeso alla grande direi.. Davide Gasparini sta facendo passi da gigante e devo dire che da tempo avevo messo gli occhi su questo ragazzo e ne sono orgoglioso. Ottimo Hao Wang, che si è guadagnato la medaglia d'argento seppure con una finale non proprio brillante dal punto di vista della tenuta mentale. Molto lucido invece Vitaly Fokeev che ha chiuso il bronze match con la fredda determinazione tipica dei russi per prendersi la sua medaglia. Sono felice e ringrazio ovviamente anche Jeffrey Holguin e Alexander Vavilov."

Ufficio Stampa Perazzi
press@perazzi.it