| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet


SIETE SU UNA VERSIONE NON PIU' AGGIORNATA DEL SITO

Per andare al nuovo sito visitate la pagina
WWW.ILTIRO.COM

CLICCARE QUI


 INDIETRO 
2^ PROVA I.S.S.F. WORLD CUP
IN THE OLYMPIC SHOTGUN EVENTS
SYDNEY (AUSTRALIA)
21 - 30 marzo 2011
SKEET - UOMINI

Perazzi


Il russo Valeri Shomin, classificatosi in terza posizione

“Ancora non ci credo”. E’ questo il commento a caldo di Luigi Lodde subito dopo la conquista della Carta Olimpica per Londra 2012, seconda e ultima per lo Skeet e la settima per il tiro a volo italiano.
“L’anno scorso non ci pensavo nemmeno lontanamente ad un risultato del genere.
Questa Carta Olimpica mi ripaga di tutto il lavoro, i sacrifici e gli investimenti fatti. Esattamente come il bronzo vinto a Pechino in Coppa del Mondo lo scorso anno, la dedico a mio padre e a mia nonna”.
Il biologo di Ozieri (SS), classe 1980, ha condotto una gara di alto livello tenendo sempre il passo con i migliori ed occupando le posizioni di testa della classifica. Chiuse le qualificazioni a 123/125, secondo miglior punteggio, ha conquistato la finale con uno spareggio che metteva in palio 2 posti per quattro tiratori.
Purtroppo nella serie decisiva un errore in quinta pedana (il pull della doppia, ndr) lo tiene giù dal podio, e chiude 4° con il buon punteggio di 147/150. Peccato per la medaglia mancata ma la Carta Olimpica era già al sicuro nelle sue tasche al momento dell’ingresso in finale. “E’ veramente una grossa soddisfazione – ha commentato il CT Fazi – Aver già chiuso il conto con la conquista delle Carte Olimpiche ci permette di lavorare in tranquillità.
Ora pensiamo all’Europeo e al Mondiale di quest’anno e al 2012. A meno di stravolgimenti o di situazioni straordinarie, oggi mi sento di dire che i vincitori delle Carte andranno a Londra. I nomi ci sono, Ennio Falco, Chiara Cainero e Luigi Lodde, ci resta solo di prepararci al meglio”.
Tornando alla gara, per l’assegnazione del 1° e del 2° posto si è dovuto procedere ad uno spareggio tra l’americano Jan McGrath ed il cipriota Georgios Achilleos, appaiati a quota 149/150. Alla fine l’oro è stato conquistato dall’americano che ha battuto il cipriota con +2 a +1.
Il bronzo se l’è messo al collo il russo Valeriy Shomin, Campione del Mondo in carica, con 148. Con livelli così alti, poco da fare per gli altri due azzurri in gara.
Valerio Luchini (Carabinieri) di Roma non trova nemmeno una serie perfetta e con un 23 e quattro 24 si ferma a 119 in 32ª posizione. Due i 25 centrati da Angelo Moscariello di Montella (AV) nelle ultime due serie di qualificazione, che purtroppo hanno avuto solo il merito di compensare i due 22 di apertura gara. Per lui 117 punti utili e la 39ª piazza.

Testo tratto dal sito www.fitav.it (Federazione Italiana Tiro a Volo)



RISULTATI
 

Jon McGrath USA 149+2
Georgios Achilleos Beretta DT10 Trident CYP 149+1
Valeri Shomin Perazzi MX8 RUS 148
Luigi Lodde Beretta DT10 Trident ITA 147
Tore Brovold Perazzi MX2000-8 NOR 147
Richard Brickell GBR 147