| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet


SIETE SU UNA VERSIONE NON PIU' AGGIORNATA DEL SITO

Per andare al nuovo sito visitate la pagina
WWW.ILTIRO.COM

CLICCARE QUI


 INDIETRO 
2^ PROVA I.S.S.F. WORLD CUP
IN THE OLYMPIC SHOTGUN EVENTS
ALMATY (KAZ)
16 maggio - 25 maggio 2014
DOUBLE TRAP - UOMINI


Daniele Di Spigno, medaglia d'oro nel double trap (foto d'archivio).

Terzo giorno di gara e terza medaglia per l’Italia.
Daniele Di Spigno, poliziotto di Terracina e pluricampione del mondo della specialità, è salito sul gradino più alto del podio della gara di Double Trap battendo l’americano Joshua Ricmond.
Per l’azzurro, iridato a Tampere (FIN) 1999 e Lahti (FIN) 2002, quella di oggi è stata una gara davvero impegnativa.

“Ho sparato con un gran mal di schiena – ha spiegato al termine del medal match – Al termine della prima serie ho iniziato ad accusare un forte dolore. Dopo la seconda serie mi sono affidato alle mani del massaggiatore della squadra russa che, molto sportivamente, mi ha rimesso in piedi. La bella prestazione di oggi la devo a lui”.

In effetti, dopo il quasi perfetto 29/30 della prima serie, i due 25 inanellati nella seconda e nella terza provano la difficoltà con la quale il tiratore laziale è sceso in pedana, mentre i successivi due 29 certificano la bontà del tocco dello specialista russo, che ha garantito al nostro campione di poter competere al suo livello abituale. Così, con lo score totale di 137/150 Di Spigno ha agguantato l’accesso alla semifinale dove, con un altro quasi perfetto 29/30 ha messo in riga gli altri cinque pretendenti alle medaglie e si è meritato il primo posto nel medal match per l’oro.
Nello scontro diretto ha affrontato Richmond, Campione del Mondo di Monaco 2010, e non gli ha dato scampo siglando un meraviglioso en-plein che gli è valso la vetta del podio.

“Questo risultato è il frutto del lavoro quotidiano che faccio con Mirco (Cenci , ndr) e con il mio Mental Coach, oltre che del sostegno che mi assicurano i miei sponsor Fiocchi e Perazzi, grazie ai quali posso contare sulla migliore attrezzatura possibile. Sono contento per quest’oro, che dedico a mia figlia Frida e a Daniele Perazzi che oggi avrebbe compiuto 82 anni, ma resto concentrato sulla gara più importante di quest’anno, il mondiale, in occasione del quale spero di riuscire a fare del mio meglio”.

Come detto, il 30/30 di Di Spigno ha lasciato poche speranze all’americano che con 28 si è dovuto accontentare dell’argento. Terzo il russo Vasily Mosin dopo il confronto con l’ungherese Roland Gerebics, battuto con 28 a 26. Fermi a quota 133 gli altri due azzurri, Davide Gasparini (Esercito) di Gabicce Mare (PU) ed Emanuele Bernasconi (Forestale) di Palombara Sabina (RM), rispettivamente 13° e 14° per il meccanismo del count back degli zeri.

Archiviato anche il Double Trap, domani le gare si fermeranno per il secondo ed ultimo stop del programma per permettere gli allenamenti ufficiali di Fossa Olimpica.

Testo tratto dal sito www.fitav.it (Federazione Italiana Tiro a Volo)



RISULTATI
 

Daniele Di Spigno Perazzi ITA 137/150 – 29/30 – 30/30;
Joshua Richmond Perazzi USA 138 – 28 (+10) – 28;
Vasily Mosin Perazzi RUS 140 – 28 (+3) – 28;
Roland Gerebics HUN 137 – 28 (+9) – 26;
Binyan Hu CHN 142 – 28 (+1);
Hamad Almarri QAT 137 – 27;