| ILTIRO.COM | Il portale del tiro a volo
Work On Web - realizzazione siti internet

 INDIETRO 
ABBIATE DEL VOSTRO...
Stampa questa pagina
Nel mirino del grillo
(…e non vi mancherà mai nulla!)


23/02/2007 - ore 20:27

Ci avete mai fatto caso che, sui Campi di Tiro come nella vita, quando non vi serve nulla, gli altri vogliono offrirvi i loro servigi e la loro collaborazione?
Però, se una volta tanto, avete veramente bisogno di qualcosa, la gente fa le “capriole” e si arrampica sugli specchi per comunicarvi che “Ahimè, purtroppo, proprio stavolta, ad averlo saputo prima, mannaggia la miseria, la colpa è di mia suocera, ecc. ecc.”.
Prestate attenzione a quella volta che non avete la macchina disponibile a casa perché serve ai figli, oppure che siete sul Campo avendo lasciato a casa le vostre cartucce preferite (adoperate, peraltro, da molti altri vostri “colleghi” di pedana, mentre l’Armeria ne è sprovvista…) od anche in occasione di una trasferta per un’importante gara in un mega-campo lontano alla quale non vi va di andare da soli, guidando per oltre mille chilometri in due giorni! Provate pure a chiedere, se qualcuno dei vostri abituali “compagni di merenda” può darvi un passaggio (sia pure dividendo le spese…).
Otterrete le risposte più varie e variegate, come quando –davanti al bancone del bar nella “club-house”- si chiede agli astanti “ballistici”: “A che cosa serve, in una cartuccetta da piattello con soli 24 grammi di piombo, il fondello “tipo 4”…?”.
Di solito, alla semplice domanda: “Ma che, per caso, ai primi di marzo vai a Ghedi per la Prova di Campionato Italiano di Elica?”, la risposta più scontata –al 28 febbraio- sarà: “Non lo so ancora, devo vedere…”, come se si dovesse partire fra sei mesi e non l’indomani!
Qualcuno, più astuto, nega tutto e subito, salvo poi –di lì a pochi giorni- incontrarlo a spasso per l’impianto a più di 600 chilometri da casa, dove asserirà essere stato “trascinato a forza” da insistenti complici con cui farà società al “Betting”, dormendo in quattro nella stessa stanza!
Altri ancora, forse intuendo che state per proporgli un viaggio insieme con la “loro” autovettura (perché a casa vi hanno detto: “Se vuoi andare, vai pure… Ma non ti puoi portare via per quattro giorni la macchina grande!”), mentre in passato si è andati sempre con la vostra, si affrettano a comunicarvi ogni sorta di scoraggianti scenari, del tipo: “Vado con la “Smart” di mia figlia e ci ho posto solo per i bagagli sul sedile a fianco…” oppure: “Andiamo col “Papa” che si è comprato una “Porsche” Cabrio a due posti secchi: non ha neanche gli strapuntini dietro…” od anche: “Ma perché non vai con l’aereo? Montichiari è a un passo da Ghedi: poi, una volta arrivato, chiedi a qualcuno se ti viene a prendere all’aeroporto…”, come se per prendere l'aereo avevate bisogno dell’illuminante suggerimento del sagace pisquano, e non era un’idea che poteva venire pure a voi…!
Poi, ci sono quelli che “partono il giorno dopo” e altri che, invece, ritornano la “domenica mattina presto” perchè devono andare a pranzo dalla suocera e quindi non possono assicurarvi la presenza a tutte le gare di programma della Riunione, alle quali voi vi siete telefonicamente già abbonato e –come se non bastasse- non sono ancora sicuri “se ci andranno”.
Altri non saranno dei nostri in quanto –ahinòi- proprio in quei giorni della Grande Gara saranno in montagna per la settimana bianca con moglie, figli, “Tata” e gatto castrato al seguito oppure stanno preparando i bagagli per andare alle Maldive (può sembrare strano, di questi tempi, ma c’è ancora chi riesce a buttare i soldi per queste cose…).
Insomma, il tanto agognato (e, in passato, “profferto”) passaggio in macchina per andare a disputare la Competizione non si trova facilmente e, in vetta a tutti, stanno quelli che –non sapendo come dirvi che vi lasceranno a piedi- esordiscono, con fare suadente e confidenziale: “Ma a te piace ancora ‘stà elica? Ti dirò… A me mi ha un po’ stufato. Preferisco il golf, almeno ti fai una passeggiata d’un paio d’ore! Perché invece d’andare a Ghedi non vai a provare il golf all’Olgiata?”.
Come spesso è accaduto, non potendo trasportare più di tante “carabattole” in aereo, alla fine andrete in treno, dopo aver prenotato un posto in albergo in piazza della Repubblica a Brescia, a pochi metri dai binari.
L’indomani, giunto allo Stand di buon mattino in taxi, state pur certi che troverete almeno due o tre “compagni di merenda” che –con fare tra lo stupito e il divertito- esclameranno: “Ma perchè non me lo hai detto, che potevamo venire su insieme? Io ci avevo pure pensato, ma poi non ti ho più sentito…”, quando anche l’immancabile “romeno” che raccoglie i bossoli sui Campi di casa sapeva che stavate cercando qualcuno per non fare il viaggio da solo.
Comunque, queste sono le occasioni per testare la profonda saggezza del detto nostrano: “Abbi del tuo e non ti mancherà mai niente!”.
Ma, intanto, io come faccio ad andare a Ghedi per la Prima Prova di Campionato Italiano?

grillosaggio@iltiro.com
Il "grillosaggio" spara RC